ccmr logo


 Coordinamento Regionale per la prevenzione e il Controllo delle Malattie

L’organismo che si pone in relazione funzionale con la Direzione Regionale Prevenzione e che si interfaccia con il Centro Nazionale per la prevenzione e il Controllo delle Malattie.

 

Il Virus della Poliomielite ha rifatto la sua comparsa nei mesi scorsi in Israele, infatti è stato identificato in 30 campioni di acque di scarico analizzati dal 3 febbraio al 30 giugno 2013.
La maggior parte dei campioni è risultato positivo per il virus polio selvaggio tipo 1 (WPV1-Wild poliovirus tipo 1). Fino ad oggi non sono stati identificati casi di polio paralitica.
La malattia è endemica in Afghanistan, Nigeria, Pakistan ed attualmente vi è un’epidemia in corso in Somalia e Kenia.
Per tale motivo si raccomanda ai viaggiatori in partenza per tali aree di controllare il proprio stato vaccinale secondo il seguente schema:
• Per coloro che abbiano completato il ciclo vaccinale di base, che corrisponde a 3 dosi ed abbiano ricevuto una dose di richiamo, è opportuna la somministrazione di un’ulteriore dose booster prima della partenza. Il vaccino di scelta per la dose booster è il vaccino antipoliomielitico inattivo tipo Salk o IPV.
• Per coloro che non siano stati vaccinati o lo hanno fatto in modo incompleto o di cui si ignora lo stato vaccinale, è opportuno l’effettuazione di un ciclo vaccinale completo di 3 dosi con IPV prima della partenza.
Inoltre si consiglia, di lavarsi spesso le mani con acqua e sapone e se questo dovesse mancare usare un gel a base di alcol, mangiare: cibi completamente cotti e serviti caldi, solo prodotti lattiero – caseari pastorizzati, solo frutta e verdure che si può lavare con acqua potabile o sbucciare, bere solo acqua in bottiglia o bollita, evitando l’acqua di rubinetto, di fontana e il ghiaccio.

Fonti: Ministero della Salute.
ECDC: communicable disease threats report.

Questo sito è ottimizzato per IE7, Firefox 3 e superiori.