Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 del Regolamento UE 2016/679)

Parte generale

Gentile utente,

il presente documento ha lo scopo di illustrare alcuni aspetti generali relativi al Fascicolo Sanitario Elettronico.

COS’È IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO (FSE)

Il FSE è lo strumento con cui è possibile ricostruire la Sua storia clinica; costituisce, infatti, l’insieme dei dati e documenti digitali sanitari e socio-sanitari relativi a eventi clinici, anche passati, che La riguardano. Il FSE è istituito dalle Regioni, che si occupano anche della sua gestione tecnica e informatica. Previo il Suo consenso, il FSE sarà alimentato e potrà essere accessibile dalle strutture sanitarie del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e dei Servizi Socio-sanitari regionali (SSR) operanti su tutto il territorio nazionale, dando così corso alla Sua volontà di usufruire di questo strumento.

A COSA SERVE E CHI VI ACCEDE

I dati personali sono trattati digitalmente, con strumenti elettronici collegati a reti telematiche, per finalità di cura, di ricerca e di governo, da parte dei soggetti di seguito indicati.

Finalità di cura

Ove lei acconsenta, i soggetti del SSN e SSR o con questo accreditati, che La prenderanno in cura sul territorio nazionale (es. ospedale pubblico, ASL, Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta (MMG/PLS), struttura sanitaria privata accreditata), in quanto Titolari del trattamento, possono accedere al FSE, consultando le informazioni sanitarie che La riguardano, come – ad esempio – i ricoveri, gli accessi al pronto soccorso e i referti.

Il FSE rende disponibili anche le informazioni relative ai farmaci a Lei prescritti (c.d. dossier farmaceutico).

Per favorire un rapido inquadramento del Suo stato di salute al personale sanitario che La prenderà in cura, nel FSE è previsto anche un profilo sanitario sintetico (c.d. patient summary), in cui i dati sono inseriti e aggiornati dal Suo MMG/PLS.

Per integrare le informazioni sul Suo stato di salute è, inoltre, previsto che, in una specifica sezione, denominata taccuino personale dell’assistito, Lei possa inserire dati e documenti sanitari in suo possesso, che saranno distinguibili dai documenti e dati sanitari prodotti dai soggetti del SSN e SSR (ad es. referti rilasciati da soggetti privati).

Finalità di ricerca e di governo

I Suoi dati sanitari, privi dei dati identificativi, possono essere utilizzati attraverso il FSE per finalità di ricerca medica ed epidemiologica – nel rispetto del quadro normativo vigente – da parte della Regione del Veneto e dal Ministero della salute (Titolari di questi specifici trattamenti). I predetti Enti possono accedere al FSE anche per finalità di programmazione sanitaria e verifica della qualità delle cure e valutazione dell’assistenza sanitaria (finalità di governo).

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali (Titolare del trattamento) tratta i dati del FSE, per finalità di governo, in forma individuale, ma privi di ogni riferimento che ne permetta il collegamento diretto con gli assistiti e comunque con modalità che, pur consentendo il collegamento nel tempo delle informazioni riferite ai medesimi assistiti, rendano questi ultimi non identificabili.

Sistema Tessera Sanitaria

L’utilizzo, all’interno del FSE, di funzioni, servizi e dati del Sistema Tessera Sanitaria (Sistema TS), di cui Titolare del trattamento dei dati è il Ministero dell’economia e delle finanze, è regolato dalle specifiche norme sulla sicurezza e protezione dei dati personali.

 

CONSENSO

Per alimentare il FSE, è necessario che Lei fornisca il Suo consenso (c.d. consenso all’alimentazione). Con tale consenso, il Suo Fascicolo diviene accessibile – per finalità di cura – solamente a Lei e ai soggetti che, di volta in volta, produrranno i dati e i documenti sanitari, restando quindi esclusi gli altri operatori sanitari che La prenderanno in cura. Una volta rilasciato il consenso all’alimentazione, i dati e i documenti recuperabili tramite FSE, privi dei dati identificativi, possono essere utilizzati per fini di ricerca e di governo, nel rispetto del quadro normativo vigente.

Per rendere il FSE accessibile – per finalità di cura – a tutti gli operatori del SSN/SSR che La prenderanno in cura, è necessario che Lei fornisca un ulteriore consenso (c.d. consenso alla consultazione).

Eventuali altri consensi Le sono richiesti per alimentare nel Suo FSE le informazioni relative a eventi clinici pregressi rispetto alla data di rilascio del consenso alla alimentazione del FSE, disponibili sui sistemi informativi pubblici (c.d. consenso al pregresso), nonché per rendere visibili le informazioni relative a particolari prestazioni sanitarie (es. interruzione di gravidanza, violenza sessuale, uso di sostanze stupefacenti, stato di sieropositività).

Nel caso di minore o di persona sottoposta a forme di tutela, i consensi sono espressi dal genitore o dal legale rappresentante.

Il mancato rilascio dei consensi FSE non comporta conseguenze nell’erogazione delle prestazioni sanitarie.

In qualsiasi momento può modificare i Suoi consensi rivolgendosi all’Azienda Sanitaria di appartenenza (cfr. Informativa “Fascicolo Sanitario Elettronico regionale del Veneto. Parte speciale – Regione del Veneto”) o attraverso idonee funzioni fornite all’interno degli strumenti telematici per il Suo accesso al FSE.

Revocando il consenso all’alimentazione, il Suo FSE risulterà “vuoto” e nessun dato o documento sarà più recuperabile e visibile tramite FSE.

Con la revoca del solo consenso alla consultazione, il FSE continua a essere alimentato e accessibile solamente a Lei e a coloro che hanno prodotto i singoli dati e i documenti. Questi ultimi, infine, continuano a essere utilizzabili, in forma anonima, per fini di ricerca e governo, dai soggetti individuati dalla normativa.

Accesso in emergenza

Con il rilascio dei consensi all’alimentazione e alla consultazione del Suo FSE, oltre che per prenderla in cura, i soggetti del SSN/SSR possono accedere a tale strumento anche nel caso in cui ciò sia indispensabile per tutelare l’incolumità fisica di un terzo o della collettività, secondo quanto previsto dalla normativa vigente e dalle successive determinazioni dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oscuramento di dati e documenti

È Suo diritto richiedere l’oscuramento dei dati e dei documenti presenti nel FSE relativi a un determinato evento clinico. I predetti dati e documenti, se oscurati, sono visibili esclusivamente a Lei e al soggetto che li ha generati. L’oscuramento può essere revocato nel tempo e può essere richiesto già all’atto della prestazione medica, ovvero successivamente, nelle modalità previste dalle Regioni.

DIRITTI DELL’INTERESSATO

In ogni momento può consultare il suo FSE e prendere visione degli accessi allo stesso effettuati.

Lei ha, inoltre: il diritto di verificare se i dati presenti nel FSE sono esatti, completi e aggiornati; il diritto di richiedere al Titolare del trattamento dei dati l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi (c.d. diritto all’oblio), ovvero richiedere la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento; il diritto di richiedere la portabilità dei dati; il diritto di richiedere di non essere sottoposto a decisioni basate unicamente sul trattamento automatizzato dei Suoi dati. Tali diritti (artt. 15-22 Regolamento UE 2016/679), nella misura in cui applicabili al trattamento effettuato tramite FSE, possono essere esercitati inviando una richiesta a fser.supporto@regione.veneto.it.

Lei ha, inoltre, il diritto di proporre reclamo all’autorità di controllo (Autorità Garante per la protezione dei dati personali, con sede in Piazza di Monte Citorio n. 121 - 00186 Roma)

TITOLARI DEL TRATTAMENTO DEI DATI

Gli elenchi dei Titolari del trattamento sono disponibili all’indirizzo web https://salute.regione.veneto.it/web/fser/informativa-privacy.

I Titolari del trattamento dei dati trattati attraverso il FSE possono avvalersi, nell’esercizio delle loro funzioni, anche di soggetti terzi, accuratamente selezionati, in qualità di Responsabili del trattamento.

Chiunque tratterà i Suoi dati personali sarà appositamente istruito, sottoposto a specifici obblighi di riservatezza e alla vigilanza del Titolare o dei Responsabili, ove nominati.

RESPONSABILI DELLA PROTEZIONE DEI DATI

Idati di contatto del/i Responsabile/i della protezione dei dati sono riportati nell’informativa Fascicolo Sanitario Elettronico regionale del Veneto. Parte speciale – Regione del Veneto.

PERIODO DI CONSERVAZIONE

I dati e i documenti sono conservati presso le Aziende Sanitarie che li hanno prodotti, nel rispetto delle disposizioni normative e regolamentari in materia, e sono recuperabili tramite FSE sino al momento della comunicazione del decesso dell’interessato.

Esclusivamente per finalità di studio e ricerca scientifica in campo medico, biomedico ed epidemiologico e per finalità di programmazione sanitaria, verifica della qualità delle cure e valutazione dell’assistenza sanitaria, i dati del FSE potranno essere trattati per trent’anni dal decesso dell’interessato, in forma anonima.

In allegato, è disponibile l’informativa “Fascicolo Sanitario Elettronico regionale del Veneto. Parte speciale – Regione del Veneto”, che fornisce ulteriori informazioni in merito alle caratteristiche del trattamento dei dati effettuato tramite FSE a livello regionale veneto.

RIFERIMENTI NORMATIVI

-        d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e s.m.i.;

-        d.l. del 18.10.2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, (art. 12), l. 11.12.2016, n. 232;

-        D.P.C.M. del 29.9.2015, n. 178;

-        Regolamento UE del 27.04.2016, n. 679;

-        D.M. del 04.08.2017.

 


 

Fascicolo Sanitario Elettronico regionale del Veneto

Parte speciale – Regione del Veneto

 

Gentile utente,

il presente documento ha lo scopo di approfondire alcuni aspetti descritti nella Parte generale dell’informativa sul trattamento dei dati personali e si riferisce, specificamente, al Fascicolo Sanitario Elettronico regionale (di seguito, per brevità, FSEr), istituito dalla Regione del Veneto. Come già accennato, il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale raccoglie i dati e i documenti digitali prodotti dalle strutture del SSN (Servizio Sanitario Nazionale) e del SSR (Servizio Socio-sanitario Regionale).

Attraverso la progressiva alimentazione del FSEr, Lei può avere a disposizione, in qualunque momento, le informazioni sanitarie e socio-sanitarie che La riguardano.

Come si può iniziare a usare il FSEr?

Per iniziare a usare il FSEr è necessaria la sua espressa volontà, manifestata attraverso il rilascio dei consensi: presso il Suo Medico di Medicina Generale, che abbia aderito all’attività di raccolta dei consensi FSEr; presso le strutture aziendali progressivamente individuate da specifiche disposizioni regionali; attraverso il portale “Sanità km zero Fascicolo”, fruibile progressivamente su tutto il territorio regionale; attraverso l’applicazione mobile “Sanità km zero Ricette”; attraverso gli strumenti telematici che la Regione del Veneto potrà progressivamente rendere disponibili.

Si specifica che tutti gli assistiti della Regione del Veneto possono avere il proprio FSEr. Per i minori di età, i consensi FSEr sono espressi dal genitore o dal rappresentante legale. Per i soggetti sottoposti alle forme di tutela previste dal codice civile nei casi di incapacità – totale o parziale – a provvedere ai propri interessi (interdizione, inabilitazione, amministrazione di sostegno), i consensi FSEr sono espressi dal tutore, dal curatore o dall’amministratore di sostegno, ove ciò rientri tra i poteri loro conferiti in base ai provvedimenti emessi dall’Autorità Giudiziaria.

Cosa succede se Lei decide di non avvalersi del FSEr?

La decisione di non avere il FSEr non pregiudica il Suo diritto a ricevere tutte le prestazioni sanitarie costituzionalmente garantite.

Come può accedere al Suo FSEr?

Lei può accedere telematicamente al FSEr attraverso i dispositivi, collegati alla rete internet, a Sua disposizione, usufruendo dei servizi “Sanità km zero” gradualmente resi disponibili dalla Regione del Veneto.
Attualmente, nei principali store (App store e Play store), è disponibile l’applicazione mobile “Sanità km zero Ricette”. Inoltre, sarà progressivamente fruibile, su tutto il territorio regionale, il portale “Sanità km zero Fascicolo” accessibile seguendo le istruzioni indicate nella sezione FSEr dei siti web delle Aziende Sanitarie e del portale salute della regione del Veneto, gradualmente aggiornati.

L’accesso telematico al FSEr può avvenire con credenziali SPID o “Sanità km zero”.

Cosa significa “alimentare” il FSEr?

Con il rilascio del consenso all’alimentazione, i dati e documenti che La riguardano, prodotti dal SSN e dal SSR, sono resi disponibili attraverso lo strumento FSEr. Da tale momento in avanti, pertanto, Lei può accedere al Suo FSEr e recuperare i dati e i documenti sanitari e socio-sanitari disponibili, afferenti al Suo percorso sanitario presso le strutture pubbliche e convenzionate.

Si precisa che, Le funzionalità del FSEr sono implementate gradualmente e, pertanto, la disponibilità di dati e documenti è progressiva.

Cosa comporta rilasciare il consenso alla consultazione del FSEr?

Esprimendo il consenso alla consultazione del FSEr, Lei permette ai soggetti che intervengono nel Suo percorso di cura – solo per il tempo strettamente necessario – di accedere alle informazioni disponibili, che La riguardano.

È possibile modificare i consensi FSEr?

In qualsiasi momento, Lei può modificare i consensi rilasciati: rivolgendosi agli Uffici del Distretto della Sua Azienda Sanitaria di riferimento, ovvero ad altri uffici aziendali progressivamente individuati da specifiche disposizioni regionali; personalmente, attraverso le funzionalità dell’applicazione mobile “Sanità km zero Ricette” e del portale “Sanità km zero Fascicolo” fruibile progressivamente su tutto il territorio regionale.

Quali sono le conseguenze della revoca del consenso alla alimentazione?

Revocando il consenso all’alimentazione, il Suo FSEr risulterà “vuoto”: nessun dato o documento sarà più da Lei recuperabile e visibile tramite FSEr.

Decadono, automaticamente, qualora da Lei precedentemente rilasciati, anche gli eventuali consensi alla alimentazione del pregresso e alla consultazione del Suo FSEr da parte dei soggetti che La prenderanno in cura, i quali non potranno più recuperare i Suoi dati e documenti attraverso tale strumento.

Quali sono le conseguenze della revoca del solo consenso alla consultazione?

Revocando il solo consenso alla consultazione, il Suo FSEr continua a essere alimentato e accessibile solamente da Lei e da coloro che hanno prodotto i singoli dati e i documenti sanitari e socio-sanitari che La riguardano.

I dati e documenti alimentati nel FSEr – privati dei dati identificativi – continuano a essere utilizzabili per fini di governo e ricerca, dai soggetti che, per finalità di legge, sono individuati dalla normativa di riferimento.

Quali sono i dati che possono essere trattati tramite FSEr?

La normativa in materia stabilisce che siano recuperabili tramite FSEr:

·       i Suoi dati anagrafici e amministrativi (codice fiscale, cognome, nome, sesso, data di nascita, comune e provincia di nascita, indirizzo di residenza e domicilio, data di decesso, ecc.).

·       i Suoi dati sanitari, in particolare: i referti, i verbali di pronto soccorso, le lettere di dimissione, i documenti del dossier farmaceutico, il consenso o il diniego alla donazione degli organi, i dati del profilo sanitario sintetico (cfr. Infra).

Saranno inclusi, inoltre:

·       le prescrizioni, quali, ad esempio, quelle specialistiche, farmaceutiche, ecc.; le prenotazioni, quali, ad esempio: quelle specialistiche, di ricovero; le cartelle cliniche; i bilanci di salute; i certificati medici; la scheda, il programma e la cartella clinico-assistenziale di assistenza domiciliare. Si prevede, inoltre, che nel FSEr siano resi disponibili i dati relativi all’erogazione dei farmaci, i piani diagnostico-terapeutici, la scheda multidimensionale di valutazione per l’assistenza residenziale e semiresidenziale, le vaccinazioni, le prestazioni di assistenza specialistica, le prestazioni di emergenza-urgenza (118 e Pronto Soccorso), le prestazioni di assistenza ospedaliera in regime di ricovero, le relazioni relative alle prestazioni erogate dal servizio di continuità assistenziale, le autocertificazioni, la partecipazione a sperimentazioni cliniche, le esenzioni, le prestazioni di assistenza protesica, i dati a supporto delle attività di telemonitoraggio, i dati a supporto delle attività di gestione integrata dei percorsi diagnostico-terapeutici, il taccuino personale dell’assistito e altri documenti rilevanti per il perseguimento delle finalità di cura, che saranno individuati con successivi specifici atti normativi.

Le funzionalità del FSEr sono implementate gradualmente e, pertanto, la disponibilità di dati e documenti è progressiva.

Con particolare riguardo ai referti, si precisa che la vigente normativa permette agli assistiti di scegliere il ritiro degli stessi con modalità digitali, tra quelle messe a disposizione dall’Azienda Sanitaria. Qualora Lei scelga tali modalità e abbia già rilasciato il consenso alla alimentazione del FSEr, potrà avvalersi di tale strumento e l’alimentazione dei referti nel medesimo costituirà adempimento degli obblighi di legge, esonerandoLa dal loro ritiro con altre modalità.

Oltre ai dati e documenti sopra indicati, sono trattati ancheil numero del telefono cellulare e l’indirizzo e-mail per:

·       comunicazioni di servizio inerenti al processo di creazione e gestione delle credenziali per l’accesso telematico al FSEr, per la comunicazione di eventuali disservizi, nonché per avvisarLa in merito a modifiche alla presente informativa, anche derivanti da interventi normativi;

·       comunicazioni sull’aggiornamento e gestione del servizio FSEr. Queste comunicazioni potranno essere da Lei autonomamente gestite o disattivate in ogni momento, seguendo le istruzioni contenute nelle medesime;

·       assistenza e supporto in ordine al corretto utilizzo dei canali di accesso telematico al FSEr.

Cos’è il “profilo sanitario sintetico”?

Il profilo sanitario sintetico (o patient summary) è il documento informatico sanitario che riassume la Sua storia clinica e la Sua situazione corrente conosciuta. I dati e documenti all’interno dello stesso sono inseriti e aggiornati dal Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta (medico o pediatra di famiglia).

Lo scopo del profilo sanitario sintetico è quello di favorire la cura, permettendo, in situazioni di emergenza (come, ad esempio, un accesso al pronto soccorso), un rapido inquadramento della situazione clinica.

Il profilo sanitario sintetico rientra tra i documenti che saranno gradualmente resi disponibili nel FSEr.

Cos’è il “taccuino personale dell’assistito”?

Il taccuino personale dell’assistito è una sezione del FSEr, all’interno della quale Lei ha la possibilità di inserire i dati e documenti personali relativi ai Suoi percorsi di cura, effettuati presso strutture esterne al SSN/SSR.

I dati e i documenti inseriti nel taccuino personale dell’assistito sono informazioni non certificate dal SSN/SSR e, pertanto, sono distinguibili dai documenti e dati sanitari prodotti dai soggetti del SSN/SSR.

Il taccuino personale dell’assistito rientra tra le funzionalità che saranno gradualmente resi disponibili nel FSEr.

Cosa sono le notifiche?

Le notifiche sono avvisi a Lei rivolti e concernenti la disponibilità di nuovi documenti accessibili tramite i canali attivi del FSEr (applicazione mobile “Sanità km zero Ricette” e portale “Sanità km zero Fascicolo”).

Tali notifiche non contengono riferimenti a dati sensibili. Esse hanno la funzione di darLe notizia, ad esempio, della disponibilità di un nuovo documento, dell’avvenuta erogazione di una ricetta, oppure informarLa di un disservizio del sistema.

L’assistito ha facoltà, in ogni momento, di attivare, disattivare e personalizzare il servizio di notifica: se utilizza il portale “Sanità km zero Fascicolo” attraverso le relative impostazioni del Suo profilo utente; se utilizza la applicazione mobile “Sanità km zero Ricette”, attraverso le impostazioni del suo dispositivo relative all’applicazione installata.

Quali soggetti possono alimentare i dati sanitari nel FSEr?

I soggetti del SSN e dei SSR che, svolgendo la loro attività professionale, possono alimentare il FSEr sono:

a) il personale che opera all'interno delle Aziende Sanitarie locali e delle strutture sanitarie, attraverso le diverse articolazioni professionali e organizzative;    

b) i medici convenzionati con il SSN, i loro sostituti e il personale di studio, nel rispetto delle specifiche competenze;     

c) ogni altro soggetto, anche convenzionato, che abbia titolo e che operi all'interno del SSN/SSR e dei servizi socio-sanitari regionali.

Chi può accedere e consultare il FSEr?

Con il rilascio del solo consenso all’alimentazione, l’accesso al FSEr è consentito solamente a Lei e a chi ha prodotto i singoli dati e i documenti, limitatamente agli stessi.

Lei, tuttavia, ha la facoltà di rilasciare un consenso ulteriore e, cioè, quello alla consultazione del Suo FSEr. Esprimendo tale consenso, Lei permette la visualizzazione dei Suoi dati e documenti anche ai soggetti del SSN e dei SSR che interverranno nel Suo percorso di cura (quali, ad esempio, Aziende ULSS, Aziende Ospedaliere, MMG, PLS e Farmacie).

Cosa accade se accede alla struttura sanitaria in emergenza?

Accedendo alla struttura sanitaria in condizioni di emergenza, Lei risulterà preso in cura da tale struttura. Con il rilascio dei consensi all’alimentazione e alla consultazione, pertanto, il Suo FSEr è accessibile anche ai soggetti che interverranno nel percorso di erogazione delle cure in emergenza.

Diverso è il caso in cui risulti necessario, per motivi di emergenza sanitaria o di igiene pubblica, accedere al FSEr di un assistito che non si trovi in cura presso la struttura sanitaria in quel momento. Anche in questo caso, l’accesso al FSEr del soggetto non in cura è ammesso solo nel caso in cui lo stesso abbia rilasciato sia il consenso alla consultazione, che quello alla alimentazione.

Cos’è l’oscuramento dei dati?

Il diritto di oscuramento è il Suo diritto a non rendere disponibili e consultabili alcuni dati e documenti ai soggetti che la prenderanno in cura. Decidendo di oscurare un determinato dato o documento, questo risulta visibile esclusivamente a Lei e al soggetto che lo ha prodotto.

Il diritto di oscuramento può essere esercitato sia all’atto della prestazione sanitaria, che successivamente.

Nella Regione del Veneto, per oscurare un dato o un documento prima che quest’ultimo sia prodotto, Lei può rivolgere la relativa richiesta alla struttura sanitaria di riferimento prima che sia erogata la relativa prestazione sanitaria. 

Qualora, invece, Lei intenda esercitare il Suo diritto di oscuramento successivamente alla alimentazione di un determinato dato o documento, può rivolgersi agli Uffici del Distretto della Sua Azienda Sanitaria di riferimento ovvero attraverso le funzionalità del portale “Sanità km zero Fascicolo”, fruibile progressivamente su tutto il territorio regionale.

L’oscuramento può essere revocato in qualsiasi momento.

L’oscuramento avviene in modo tale che tutti i soggetti abilitati all’accesso al FSEr per finalità di cura non vengano a conoscenza del fatto che Lei ha effettuato tale scelta, né dell’esistenza di tali dati (c.d. oscuramento dell’oscuramento).

A tale proposito, è importante precisare, tuttavia, che la visione completa dei dati e dei documenti che La riguardano da parte del personale sanitario e socio-sanitario agevola il processo di cura e l’assistenza. Se Lei desidera avvalersi del diritto di oscuramento, pertanto, deve essere consapevole del fatto che al personale sanitario che La prenderà in cura non saranno resi consultabili i dati oscurati, dati che potrebbero risultare utili per definire puntualmente il Suo processo di cura.

Cosa sono i dati soggetti a maggiore tutela dell’anonimato?

Esistono dati e documenti prodotti dal SSN e dal SSR che la legge reputa particolarmente delicati. Tali dati e documenti, pertanto, non sono resi automaticamente visibili al personale del SSN/SSR che La prenderà in cura.

Si tratta, in particolare, di dati e documenti che riguardano le persone sieropositive, le donne che si sottopongono ad una interruzione volontaria di gravidanza, le vittime di atti di violenza sessuale o di pedofilia, le persone che fanno uso di sostanze stupefacenti, di sostanze psicotrope e di alcool, le donne che decidono di partorire in anonimato, nonché i dati e i documenti riferiti ai servizi offerti dai consultori familiari.

I dati e documenti che rientrano nelle categorie sopra descritte sono automaticamente oscurati già al momento della loro produzione e sono visibili, pertanto, solo a Lei e al soggetto che li ha generati.

Lei può, in ogni momento, rendere tali dati e documenti visibili ai soggetti che la prenderanno in cura, prestando, di volta in volta, un apposito ed esplicito consenso alla loro consultabilità tramite FSEr.

Titolari del trattamento

Ogni operazione di trattamento di dati è improntata ai principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando la Sua riservatezza e i suoi diritti, nel rispetto della vigente normativa in materia di privacy.

Titolari del trattamento dei dati, ciascuno per le attività e nei limiti delle rispettive competenze, sono:

·       per finalità di cura, i soggetti del SSN/SSR e dei servizi socio-sanitari regionali che La prendono in cura, presso cui sono prodotti i dati e i documenti sanitari che alimentano il FSEr;

·       per finalità di governo, la Regione del Veneto, il Ministero della Salute ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali;

·       per finalità di ricerca, la Regione del Veneto e il Ministero della Salute.

Responsabile protezione dei dati.

I dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati della Regione del Veneto sono:

Ufficio Responsabile della protezione dei dati:

Palazzo Sceriman                              
Cannaregio, 168 - 30121 In Venezia 
Tel. 041. 279. 2498 / 2044 / 2602    
mail: 
dpo@regione.veneto.it

PEC: anticorruzionetrasparenza@pec.regione.veneto.it 

Il canale di contatto del Responsabile della protezione dei dati unico per tutte le Aziende Sanitarie del Veneto è l’indirizzo e-mail: rpd_ssrveneto@cervato.it

Per ulteriori informazioni, Lei può rivolgersi all’Azienda Sanitaria di appartenenza oppure scrivere a fser.supporto@regione.veneto.it.

 

Questo sito è ottimizzato per IE7, Firefox 3 e superiori.