Fascicolo Sanitario Elettronico regionale

Secondo la normativa il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale è l’insieme dei dati e dei documenti digitali degli assistiti, prodotti in occasione di eventi sanitari e socio-sanitari, presenti e passati. E’ istituito dalla Regione del Veneto e permette, per finalità di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, di avere a disposizione i documenti sanitari del paziente. L'attuazione del Decreto Rilancio (n. 34/2020) ha previsto l’attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale a tutti i cittadini.

In questo contesto i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta ricoprono un ruolo chiave. Essi infatti raccolgono per i propri assistiti il consenso alla consultazione del Fascicolo e sono i primi a godere dei numerosi vantaggi offerti da esso. In futuro potranno disporre di una visione complessiva della documentazione sanitaria disponibile riguardante i propri pazienti senza dover computare manualmente informazioni precedentemente veicolate dai pazienti stessi. Inoltre se in passato le informazioni riguardanti la salute correvano il rischio di essere riportate al medico in maniera imprecisa e/o incompleta, con l’introduzione del Fascicolo il medico, con pochi clic, potrà visualizzare tutta la storia clinica del paziente ed avere una panoramica generale della sua salute, accedendo a documentazione e informazioni complete, precise e aggiornate.

Il cittadino può gestire il proprio consenso alla consultazione: è sufficiente accedere ai servizi Sanità km zero con credenziali SPID, CIE (in implementazione) o Sanità km zero (con queste ultime fino al 30/09/2021: leggi di più) e andare alla sezione "gestione consensi".

Questo sito è ottimizzato per IE7, Firefox 3 e superiori.